Gay: Uganda, ritirata pena morte da controverso progetto di legge che criminalizza omosessualità

(ANSA) - KAMPALA, 10 FEB - David Bahati, il deputato ugandese autore del progetto di legge sulla criminalizzazione dell'omossessualita' ha annunciato di aver eliminato dal testo le disposizioni che prevedevano la pena di morte.
Il testo e' stato criticato dalle associazioni per la difesa dei diritti  umani, dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna.
L'omosessualita' e' gia' reato nel Paese, dove e' in corso un ampio dibattito  tra chi vuole inasprire le sanzioni e chi ammorbidirle.

Fonte: http://www.ansa.it/web/notizie/rubriche/mondo/2012/02/10/visualizza_new.
html_77328248.html

Pubblicato da Lorenzo Bernini

1 commento:

  1. Sono un po' sorpreso da come si stia presentando questo fatto (poco fa ho letto persino su un blog gay: "Ringraziamo pertanto Bahati a nome di tutto il popolo LGBT...").
    Occorre forse fare qualche puntualizzazione che magari non è chiara a tutti:
    - David Bahati è un politico ugandese che sta usando l'omofobia per fare carriera;
    - Bahati sta provando di introdurre la pena di morte per gli omosessuali ormai da 3 anni;
    - Bahati non ha ritirato, come erroneamente affermato qua e là, nessun testo di legge, ma ne ha presentato uno nuovo che, sebbene non preveda la pena di morte come i precedenti, comunque inasprisce le pene per gli omosessuali, prevedendo addirittura l'ergastolo; inoltre, il disegno di legge prevede che sia reato anche il non denunciare gli omosessuali di propria conoscenza.

    RispondiElimina

Lascia un commento a questo post